Incontri per l’Archeologia barbarica

Gli Incontri per l’Archeologia barbarica si tengono annualmente presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano o presso significativi complessi archeologici e museali.

Vogliono offrire uno spazio di informazione e di confronto su temi, dati e metodi inerenti le tracce materiali lasciate dalla presenza barbarica in Italia, tra le varie componenti del popolamento e nell’ambito dei complessi processi di trasformazione che interessarono la penisola fra tarda antichità e alto medioevo.

Pongono in dialogano specialisti provenienti da differenti enti di tutela e istituti di ricerca italiani; aggiungono quadri di sintesi e presentazioni inedite di studiosi stranieri circa la ricerca d’Oltralpe.

Si avvalgono della consulenza o della curatela dei membri del comitato scientifico.

V Incontro per l’Archeologia barbarica

PRESENZE BARBARICHE IN ITALIA E REGIONI CONTERMINI TRA FINE IV E V SECOLO

Milano, Università Cattolica del Sacro Cuore, rinviato alla primavera 2021 a causa dell’emergenza sanitaria.

 

A cura di Elisa Possenti

 

La presenza delle popolazioni barbariche in Italia e nelle regioni contermini nel IV e V secolo è un aspetto chiave per comprendere le molteplici e complesse trasformazioni dell’Occidente ancora politicamente afferente all’Impero Romano. Dal punto di vista archeologico restano tuttavia problematiche le categorie da utilizzare per risalire alla presenza di questi nuovi popoli, arrivati dai territori al di là del limes ma già da secoli entrati in contatto con la cultura materiale tardo romana. Questa difficoltà si avverte in modo particolare nel nostro paese, dove solo recentemente è stata posta l’attenzione a questo tema.

Obiettivo dell’incontro è fare il punto sugli strumenti a disposizione della ricerca archeologica per rintracciare queste presenze, anche grazie al confronto con studiosi di paesi dove la tematica è oggetto di discussione già da alcuni decenni. Si proporranno inoltre alcuni quadri di sintesi e casi particolari relativi all’Italia.

 

IN PREPARAZIONE

Stilicone per web
a1

IV Incontro per l’Archeologia barbarica

I LONGOBARDI A NORD DI MILANO. CENTRI DI POTERE TRA ADDA E TICINO

Cairate (Varese), Auditorium – ex chiesa dei SS. Ambrogio e Martino, 21 settembre 2019

 

A cura di Gian Pietro Brogiolo e P. Marina De Marchi

 

Nel territorio dell’antica capitale dell’impero d’Occidente, lungo percorsi di connessione tra la pianura e i principali valichi alpini, numerose sono le attestazioni di centri di potere, di proprietà fiscali, di grandi monasteri e di potentes longobardi e franchi. 

Sulla base di nuovi dati e interpretazioni e attraverso il confronto con altri contesti italiani la giornata propone una riflessione sulle strutture del potere altomedioevali nel territorio milanese, un’area campione emblematica per la comprensione delle dinamiche insediative e di controllo nel regno longobardo.

Seguiranno, il 22 settembre, visite guidate al complesso archeologico di Cairate (Varese), monastero di S. Maria Assunta, e a sito di Torba (Varese).

Programma

III Incontro per l’Archeologia barbarica

MIGRAZIONI, CLAN, CULTURE: ARCHEOLOGIA E SCIENZA

Milano, Università Cattolica del Sacro Cuore, 18 maggio 2018

 

A cura di Caterina Giostra

 

Le migrazioni dei popoli barbarici, la natura e la formazione di queste gentes, l’esistenza di una specifica identità culturale e l’interazione con il popolamento locale sono temi fra i più controversi e dibattuti della storia medievale europea.

Vengono presentati i risultati di analisi paleogenetiche e isotopiche condotte su necropoli attribuite ai Longobardi di Repubblica Ceca, Ungheria e Italia.

Sorprendenti sono i risultati, che permettono di supportare il percorso migratorio da regioni centro-nord europee all’Italia attribuito dai testi scritti ai Longobardi; emerge con forza l’importanza delle relazioni biologiche nella struttura sociale di queste comunità, composte da due principali gruppi genetici, ai quali corrisponde una specificità culturale; si suppone anche mobilità femminile per esogamia. Nuovi importanti dati per una rilettura di vecchi temi.

Programma
i4_a
a2

II Incontro per l’Archeologia barbarica

CITTA’ E CAMPAGNA: CULTURE, INSEDIAMENTI, ECONOMIA (SECC. VI-IX)

Milano, Università Cattolica del Sacro Cuore, 15 maggio 2017

 

A cura di Caterina Giostra

 

Il programma privilegia recenti scavi di insediamenti sia rurali che urbani e castrensi, spesso in connessione con il potere, rilevanti per estensione e rigore metodologico, nonché per approccio interdisciplinare delle ricerche.

Programma

I Incontro per l’Archeologia barbarica

ARCHEOLOGIA DEI LONGOBARDI: DATI E METODI PER NUOVI PERCORSI DI ANALISI

Milano, Università Cattolica del Sacro Cuore, 2 maggio 2016

 

A cura di Caterina Giostra

 

La prima sezione, Necropoli e abitati rurali, presenta nuovi siti e riflessioni organiche su aspetti nodali della cultura più tradizionale dei Longobardi; la seconda, Castra, città, luoghi di culto, si confronta con strutture insediative ed espressioni religiose più mature ed integrate, oggetto di recenti scavi e ricerche.

Programma
a3